125 licenziamenti alla Colussi: interviene la Regione

Petrignano (Pg) – I 125 licenziamenti annunciati (leggi qui) per lo stabilimento Colussi di Petrignano, in provincia di Perugia, rischiano di concretizzarsi tra poco più di un mese. Le trattative fra azienda, sindacati e istituzioni devono portare a una soluzione entro il 25 dicembre. In caso contrario sono concessi altri 30 giorni per l’esperimento della cosiddetta fase amministrativa, in cui la Regione è chiamata formalmente a convocare le parti, alla ricerca di una soluzione per tentare di raffreddare il conflitto e trovare una possibile soluzione di accordo. Il consigliere regionale Giacomo Leonelli ha sollevato il caso in consiglio comunale, ottenendo pieno appoggio dalla Regione Umbria per evitare la perdita dei posti di lavoro. “Abbiamo ribadito la disponibilità della Regione di mettere a disposizione ogni strumento utile a supportare il rilancio dell’azienda e in difesa dei livelli occupazionali”, ha dichiarato l’assessore regionale Fabio Paparelli. Un segnale importante nei confronti di coloro che siederanno al tavolo delle trattative. La stessa Regione ha appurato che l’azienda riscontra alcune difficoltà, ma non tali da considerarla in crisi. A dimostrarlo i finanziamenti da 80 milioni di euro previsti per l’intero gruppo, con 50 milioni destinati a pubblicità e marketing.

In foto: presidio di protesta sotto Confindustria (fonte: Umbria24)