170 espositori e 6mila visitatori alla 26esima edizione di Eurocarne

Verona – Si è chiusa ieri la 26esima edizione di Eurocarne, a cui hanno partecipato 170 espositori, oltre 6mila visitatori (per il 9% esteri) e delegazioni internazionali provenienti principalmente dai paesi di lingua tedesca, dall’area balcanica, Est Europa e Nord Africa. Buyer anche da Irlanda, Uk, Francia, Spagna, Argentina, Colombia e Australia. Ampio spazio anche a convegni ed eventi: più di 55 in quattro giorni. “Eurocarne torna nel 2017, per poi riprendere con la tradizionale cadenza triennale”, spiega Giovanni Mantovani, direttore generale di Veronafiere. “L’obiettivo resta il rafforzamento dei pilastri che hanno fondato il nuovo corso: centralità delle tecnologie industriali di lavorazione e conservazione, con l’allargamento al resto del comparto, dall’allevamento al banco di vendita, e una maggiore spinta sull’internazionalità della manifestazione. Senza dimenticare lo spazio riservato a degustazioni guidate, cooking show e convegnistica specializzata”.