Amundi Sgr lancia il fondo Cbus, per il finanziamento del magazzino di aziende agroalimentari

Milano – Amundi Sgr lancia in Italia Cbus, il fondo di investimento alternativo, riservato a investitori professionali, specializzato nel finanziamento del magazzino di imprese del settore agroalimentare.  Il fondo, per un ammontare massimo di 150 milioni di euro, ha raggiunto l’obiettivo minimo di raccolta, pari a 60 milioni di euro. Spiega Amundi Sgr con una nota: “Cbus, attraverso la sottoscrizione di obbligazioni emesse da imprese agroalimentari italiane, assistite da garanzie reali, consente alle imprese emittenti di finanziarsi a medio-lungo termine, smobilizzando il valore del magazzino che grava sul bilancio dei produttori a causa dei tempi molto lunghi di stagionatura dei loro prodotti. Le imprese finanziate operano in settori rappresentativi dell’eccellenza produttiva italiana che stanno riscontrando grande successo nei mercati internazionali e necessitano di finanziamenti, anche in alternativa ai tradizionali canali bancari, a sostegno della propria crescita”. Il fondo Cbus investe in obbligazioni il cui rendimento e valore sono legati agli stock di diversi produttori. Spiega Pierre-Henri Carles, responsabile alternative & real assets in Amundi Sgr: “Il fondo investirà in bond emessi da una decina di piccole e medie imprese, produttrici anche di varie Dop, contribuendo così a offrire un ulteriore profilo di diversificazione”. Amundi lavora in partnership con il gruppo bancario Crédit Agricole Italia, che vanta grande esperienza nel settore agroalimentare e ha anche un ruolo nel sourcing delle società eligible per gli investimenti del fondo.