Anas: nel primo trimestre 2013 calo dell’export di suini vivi e carne

Roma –  Nel primo trimestre 2013 l’import di suini vivi è diminuito del 4,8% a volume rispetto allo stesso periodo del 2012 ma ha registrato un +1,3% a valore. Sono stati importate nel nostro paese più di 221mila tonnellate di carni fresche, per un valore di oltre 442 milioni di euro, in crescita dell’1,8% a volume e dell’8% a valore. Sul fronte delle carni lavorate, l’Italia ha importato quasi 12mila tonnellate di prodotto (+8,9%), per un valore di oltre 44 milioni di euro (+6,7%). L’elaborazione dei dati Istat fornita da Anas (l’Associazione nazionale allevatori suini) denota una situazione diversa per le esportazioni. Nel primo trimestre dell’anno, infatti, l’export di suini vivi è calato del 46,3% a volume e del 47,3% a valore, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Sono state esportate più di 7mila tonnellate di carni fresche (-8%), per un valore di oltre 16milioni di euro. In calo anche le movimentazioni oltre confine delle carni congelate: -32% a volume e -26,8% a valore. Situazione positiva solo per le carni lavorate: oltre 31mila tonnellate (+0,3%)  di prodotti sono stati esportati per un valore di quasi 249 milioni di euro (+2,7%).

Tags: , , ,