Assica: Lisa Ferrarini è confermata presidente. E indica sei priorità per l’export

Roma – Lisa Ferrarini è stata confermata alla guida di Assica. La decisione è giunta ieri nel corso dell’assemblea privata dell’Associazione, in scena a Roma. Il sostegno all’export sarà è stato al centro discorso che la presidente ha tenuto oggi, in occasione della sezione pubblica dell’assemblea: “Il difficilissimo 2012 che abbiamo alle spalle e i primi preoccupanti dati del 2013, confermano che il futuro del settore passa necessariamente dalla capacità di crescere all’estero, in particolare sui mercati extra-Ue. Agire rapidamente è fondamentale, perché il tempo non è una variabile indipendente: mentre le nostre aziende attendono i necessari provvedimenti i concorrenti europei e internazionali guadagnano posizioni difficilmente recuperabili in futuro”. Sei le aree di intervento indispensabili indicate da Lisa Ferrarini: eliminare ogni pretesto per le barriere non tariffarie; concludere accordi di libero scambio ed eliminare i dazi; creare una cabina di regia per l’export; coordinare le azioni di promozione, dall’Ice alle fiere; strutturare linee di credito adeguate per le imprese che esportano e qualificare la nostra presenza all’estero, tramite i desk anticontraffazione l’addetto commerciale agroalimentare.