Auchan segnala i prodotti “con il miglior equilibrio nutrizionale”. E’ polemica

Milano – Fa discutere l’ultima iniziativa di Auchan. La catena francese ha deciso di apporre un bollino blu sugli scaffali per segnalare i prodotti da privilegiare negli acquisti. Una scelta che richiama quella dell’etichetta a semaforo in vigore nel Regno Unito, che ha portato a una serie di polemiche perché penalizza diverse eccellenze made in Italy come il parmigiano reggiano, il prosciutto di Parma e l’olio extra vergine d’oliva. La scelta di apporre il bollino, come riporta l’Adnkronos, sarebbe stata effettuata “in base a una selezione di un sedicente comitato di esperti”. Luigi Scordamaglia, presidente di Federalimentare, dichiara: “Siamo sinceramente allarmati dall’irresponsabile tendenza di alcune catene di distribuzione e aziende multinazionali di scegliere in totale autonomia, secondo regole non condivise, sistemi di valutazione dei prodotti alimentari”. Prende posizione anche Giorgio Calabrese, presidente del Comitato nazionale per la sicurezza alimentare del ministero della Salute: “Sono rimasto esterrefatto. La selezione di Auchan orienta i consumatori verso i prodotti con il bollino blu escludendo molti prodotti della dieta mediterranea, ma sulla base di cosa? Perché non chiedono il parere dei nutrizionisti clinici?”.  Questa la replica di Auchan: “La selezione non ha l’obiettivo di discriminarne alcuni, quanto piuttosto quello di evidenziare, all’interno delle singole categorie, quelli che risultano avere il miglior equilibrio nutrizionale. Tale valutazione avviene in base a un algoritmo scientifico che utilizza le informazioni contenute nelle etichette, partendo da una selezione convalidata da un collegio di esperti nazionali ed internazionali”, spiega Carlo Delmenico, responsabilità sociale d’impresa, programma benessere di Auchan Retail Italia.