Babàrattolo: la versione portatile del tradizionale dolce napoletano

Roma – Il nome dice tutto. “Babàrattolo” è il primo babà artigianale in barattolo. A inventarlo e presentarlo, in occasione del Food&book di Montecatini Terme, Cristian Agresti, un giovane pasticcere di Formia (Latina), che con questa versione portatile del tradizionale dolce napoletano ha già conquistato la Francia: “Ho studiato due anni una ricetta che allungasse la vita del babà, per poi capire che con la vasocottura il dolce, lavorato a mano, poteva mantenere fragranza, sofficità di impasto e aroma per sei mesi a temperatura ambiente, senza utilizzo di conservanti. L’unica accortezza è rovesciare il barattolo mezz’ora prima di servirlo per rinnovare la bagna di limoncello e rhum, come tradizione vuole, ma anche col passito. Un gruppo di produttori di Calvados lo ha apprezzato al punto”, prosegue Agresti, “da chiedermi una spedizione in Francia ad hoc dopo averlo bagnato col loro distillato di mele. Sperimento riuscitissimo, ora siamo pronti a portare Napoli e la sua cultura dolciaria in tutto il mondo”. In corso anche il perfezionamento della versione all’olio aromatizzato all’arancia.

 

Tags: ,