Business Strategies: a rischio il primato italiano dell’export vinicolo negli Usa

Firenze – L’Italia potrebbe perdere la leadership nell’export di vino negli Stati Uniti. A lanciare l’allarme è l’osservatorio di Business Strategies, tramite un’indagine svolta in collaborazione con Wine Monitor. “Per il mercato del vino si profila un anno di sorpassi”, spiega a ItaliaOggi Silvana Ballotta, Ceo di Business Strategis, “con l’Italia che rischia di cedere alla Francia lo storico scettro nel mercato più importante del mondo, gli Usa, mentre è in netto recupero in Cina, dove si appresta a scippare il quarto posto alla Spagna. Complessivamente l’Italia esce malconcia dai primi cinque mesi di export nei paesi terzi rispetto ai competitor francesi e ai cileni”. Il nostro paese, infatti, ha visto un incremento delle quote di mercato in Cina, dal 5,6% al 6,2% e Brasile, dal 9,2% al 10,5%. Ma perde quote negli Usa (-0,1%), dove la Francia segna un +14,2%. Attualmente le esportazioni di vino francese negli Stati Uniti valgono 674 milioni di dollari, contro i 727 milioni di quello italiano: entro l’autunno, quindi, potrebbe avvenire lo storico sorpasso.