Attacco alla Distribuzione moderna. Il Gigante: “Un caso che non rappresenta l’operatività dell’azienda”

Roma – In merito al servizio trasmesso da Le Iene sulla carne scaduta rietichettata (leggi qui), Il Gigante ha diffuso oggi un comunicato stampa in cui sottolinea la buona condotta del Gruppo, spiegando di aver avviato un procedimento per verificare colpe e responsabilità. Di seguito riportiamo il testo completo della nota:

“L’azienda il gigante ci tiene a ribadire che da sempre è strutturata e organizzata in modo da svolgere la propria attività nel massimo rispetto delle normative e delle migliori pratiche, in piena trasparenza e collaborazione con le autorità competenti. In questo senso, siamo soggetti ad accurati e periodici controlli senza preavviso da parte del Nas e della Asl in tutti i nostri punti di vendita; controlli che sono stati effettuati anche nel reparto macelleria di Nizza Monferrato nel corso degli ultimi giorni senza rilevare alcuna problematica come nei precedenti controlli. La freschezza dei nostri prodotti per noi rappresenta da sempre la priorità assoluta e, per questo, investiamo decine di migliaia di ore nella formazione specifica di tutti i nostri 5.200 dipendenti che, ogni giorno, dedicano il meglio di loro stessi per i nostri clienti. Anche per questo stiamo acquisendo tutti gli elementi che ci possano consentire di verificare colpe e responsabilità personali in un caso che per noi è eccezionale e non rappresenta l’operatività dell’azienda (per tale motivo abbiamo immediatamente richiesto per due volte il filmato integrale che non ci è ancora pervenuto); provvederemo quindi ad agire per la tutela dei nostri clienti, delle 5.200 famiglie dei dipendenti e della buona reputazione dell’azienda. L’azienda il gigante crede nei propri dipendenti e nella loro capacità di agire in maniera responsabile e ligia alle mansioni assegnate. La direzione”.