Carrefour Italia: si vende o non si vende?

Si vende o non si vende? Dopo le dichiarazioni rilasciate lo scorso lunedì 18 giugno da Georges Plassat, nel corso dell’assemblea degli azionisti (vedi news retail) si moltiplicano le voci sulla possibile cessione degli ipermercati Carrefour in Italia. Ipotesi che ha trovato spazio anche sulle pagine de Il Sole 24 Ore. Il neo amministratore delegato dell’insegna francese ha, infatti, dichiarato che per rimettere in sesto i conti dell’azienda, sarà probabilmente necessaria una riduzione della proiezione geografica. I paesi candidati ad uscire dall’orbita di Carrefour, secondo monsiuer Plassat, potrebbero essere Turchia o Indonesia. L’ennesima retromarcia dell’insegna francese, dopo la cessione del 50% del proprio business in Grecia che prelude ad una completa uscita dal paese. Alimentando ha interpellato l’ufficio stampa di Carrefour Italia, che ha smentito in modo categorico qualsiasi comunicato ufficiale in merito alla dismissione del settore ipermercati in Italia. Ma le voci continuano. Qualcuno parla addirittura di un mandato di vendita a un noto istituto bancario internazionale che avrebbe già contattato addirittura tre catene. Se l’indiscrezione fosse confermata, non sarebbe però un fulmine a ciel sereno. In Italia, i segnali di difficoltà per il colosso d’oltralpe non mancano. Innanzitutto, alla fine del 2011 l’headquarter francese era venuto in soccorso della succursale italiana con ben 100 milioni di euro. Nello stesso periodo Carrefour aveva ceduto parte della rete vendita del Sud Italia. Infine il progetto dei Carrefour Planet, il nuovo “rivoluzionario” formato che avrebbe dovuto rilanciare gli ipermercati dell’insegna francese, al momento, è in fase di stallo. (AF)

 


ARTICOLI CORRELATI