Caso Mandara: le precisazioni di Alival

Ponte Buggianese (Pt) – Dopo l’arresto dell’imprenditore caseario Giuseppe Mandara (foto), titolare dell’azienda Ilc Mandara di Mondragone, in provincia di Caserta, specializzata nella produzione di mozzarella di bufala, che sarebbbe accusato di collusione con il clan mafioso dei La Torre, riciclaggio e reimpiego di capitali di illecita provenienza, il Gruppo Alival, di cui l’azienda Mandara fa parte, ha diffuso una nota, che riportiamo integralmente.

“In riferimento alle notizie di stampa odierne, che parrebbero coinvolgere il sig. Giuseppe Mandara in una indagine della magistratura napoletana, Alival spa intende ribadire, nella sua qualità di azionista e partner commerciale della Ilc Mandara spa, che le indagini che le indagini concernono vicende personali del sig. Mandara risalenti nel tempo, già rivelatesi inconsistenti e non investono in alcun modo l’operatività della Ilc Mandara spa, azienda leader nella produzione di mozzarella di bufala, totalmente estranea all’indagine e nella quale Giuseppe Mandara non riveste alcun ruolo operativo. La nostra società, con il supporto dei suoi nuovi soci, continuerà nella sua opera di creazione di un gruppo agroalimentare ispirato ai principi di valorizzazione delle produzioni legate al territorio in un’ottica di complessivo sviluppo dell’intera filiera lattiero casearia italiana”.

Il presidente di Alival, Luigi Fici