Cia: cresce produzione grano in Italia, ma semine ferme e prezzi bassi

Milano – La Cia-Agricoltori Italiani lancia l’allarme per il grano italiano. Secondo un’analisi dell’Ente, le semine sarebbero al palo e i prezzi ancora al di sotto dei costi di produzione. Criticità anche per la promettente varietà Senatore Cappelli, con dati inferiori alle previsioni, che confermano l’incapacità di produrre semi a sufficienza per un mercato in espansione. L’attuale campagna conta ettari seminati stabili sul 2017 (1,3 milioni). Grazie a un lieve miglioramento delle rese in alcuni aree, la produzione aumenta del 2% per 4,3 milioni di tonnellate raccolte. Buona la qualità in termini di proteine, ma difficile la situazione dei prezzi di mercato (intorno ai 200 euro la tonnellata). “La situazione per gli imprenditori è ancora complicata”, segnala la Cia, che chiede un intervento urgente del ministro delle Politiche Agricole, Gian Marco Centinaio, “per dare risposte concrete a un comparto, anche a fronte del fallimento di alcuni accordi di settore tanto propagandati”.


ARTICOLI CORRELATI