Citra Vini: la produzione diventa ‘social’

Ortona (Ch) – #VendemmiaCodiceCitra: un hashtag per raccontare la vendemmia di Citra Vini, realtà vitivinicola dell’Abruzzo fondata nel 1973. Con questo cancelletto verranno pubblicati, sulla pagina Facebook e sul profilo Twitter dell’azienda, quattordici video inediti, anche in lingua inglese, che descrivono il processo produttivo, dalla coltivazione alla raccolta, dal conferimento delle uve all’imbottigliamento e all’affinamento. Un progetto avviato da tempo, racconta il presidente Valentino Di Campli: “Attraverso uno strumento all’avanguardia come i social network abbiamo voluto dare voce e raccontare l’infaticabile lavoro dei nostri soci”. L’iniziativa nasce per spiegare in modo efficace i vari passaggi della filiera e la qualità dei vini Citra. Spesso, infatti, quando si parla di cooperazione sociale (Citra raggruppa nove cantine e tre mila soci che coltivano sei mila ettari di vigneti) si pensa a enormi masse di vino derivanti da grandi appezzamenti. I soci, invece, coltivano mediamente 1,5 ettari di terreno. Infine, da circa un milione di ettolitri di vino conferiti, Citra seleziona la qualità migliore per una produzione di 18 milioni di bottiglie l’anno.