Colussi: investimenti per 80 milioni di euro, ma 125 licenziamenti

Petrignano d’Assisi (Pg) – “Il contesto competitivo sempre più spinto e il ricorso a soluzioni produttive tecnologicamente avanzate rende inevitabile una fisiologica riduzione della forza lavoro impiegata”. Così l’azienda dolciaria Colussi ha annunciato un programma di investimenti da 80 milioni di euro per un cambio della produzione che implicherebbe 125 esuberi nello stabilimento di Petrignano d’Assisi. Nella giornata di ieri si è tenuto, presso la sede di Confindustria a Perugia, il Tavolo tra azienda e sindacati, mentre contemporaneamente i lavoratori hanno manifestato per protestare contro i licenziamenti. Al termine del braccio di ferro, però, Fai, Flai e Uila hanno comunicato un’apertura da parte dell’azienda: l’ipotesi è quella di una riorganizzazione del lavoro “che potrebbe ridurre gli esuberi” solo alle uscite volontarie (con incentivo). Il prossimo confronto è stato fissato al 25 ottobre.

Foto: la protesta davanti alla sede di Confindustria di Perugia (Ansa)