Confcommercio: a gennaio calo dei consumi dell’1,6% su base annua

Roma – L’indicatore dei consumi di Confcommercio (Icc)  in volume registra, per gennaio 2014, un calo tendenziale dell’1,6% e dello 0,3% su base mensile. Un dato che la Confederazione inquadra in un nuovo contesto di stagnazione, dopo un quarto trimestre 2013, in leggerissimo miglioramento. Nel dettaglio, la flessione tendenziale dell’Icc ha riguardato sia i servizi (-1,1% a volume e -0,9 a valore) che i beni (-1,9% e -1,8). Per la categoria alimentari, bevande e tabacchi, si è registrata una contrazione a volume dell’1,9% e dello 0,7% in valore. Crescono solo i beni e i servizi per le telecomunicazioni (+4,6% a volume, ma -6,7% a valore). A febbraio, Confcommercio rileva inoltre un lieve regresso del clima di fiducia delle famiglie, legato all’andamento negativo di occupazione e del reddito. In lento miglioramento, nello stesso mese, il clima di fiducia per le imprese.