Consorzio parmigiano reggiano: 1,9 milioni di euro per interventi urgenti a sostegno della Dop

Reggio Emilia – Ritiro di 90mila forme di parmigiano reggiano della produzione 2013; nuove azioni di promozione nell’ambito della Gdo e, soprattutto nelle aree geografiche al di fuori del comprensorio di produzione, un deciso rafforzamento dei controlli e della vigilanza sul prodotto grattugiato, i cui consumi sono cresciuti dell’1,2% nei primi quattro mesi del 2014. Sono queste le azioni a sostegno del parmigiano reggiano Dop approvate dall’assemblea dei caseifici con 297 voti favorevoli e 6 contrari. “Prevalentemente – spiega il presidente del Consorzio, Giuseppe Alai – si tratta di interventi urgenti di mercato accompagnati comunque da misure che guardano oltre l’attuale situazione congiunturale e tengono conto del perdurare di una crisi economica che ha determinato non solo una flessione degli acquisti interni che coinvolge pressoché tutti i formaggi duri, ma anche un calo del prezzo al quale mediamente il prodotto viene offerto ai consumatori, segnato da una flessione del 2,8% nel primo semestre 2014”. Per questi interventi l Consorzio investirà oltre 1,9 milioni di euro, utilizzando per fini anti-crisi il residuo dei contributi straordinari messi a disposizione dai caseifici per gli interventi di mercato legati al sisma del 2012.