Dopo-Expo: il cluster del cacao potrebbe diventare una vera “Città del cioccolato”

Milano – All’orizzonte si staglia una nuova proposta per il dopo-Expo: la creazione di una “Città del cioccolato” dentro al sito espositivo di Rho-Pero. L’idea è di Eugenio Guarducci, presidente di Eurochocolate, official privider del cluster del cacao. Uno dei padiglioni più affollati dai visitatori dell’Esposizione Universale. “Siamo pronti a investirci soldi, a scommettere sul brand – dice Guarducci a Il Corriere – e anche a farci collettori di investimenti ulteriori da parte delle aziende del settore”. Perché “se c’è una verità che questa Expo ha confermato – aggiunge – è che il cioccolato tira come nessun’altra cosa al mondo”. Dati alla mano, il cluster del cacao chiuderà i sei mesi dell’esposizione milanese con un fatturato di 9 milioni di euro, 6 milioni di visitatori e 1.500 eventi organizzati.