Esselunga: salta l’ipotesi di cedere la quota di minoranza

Limito di Pioltello (Mi) – Esselunga continua la sua strada verso la quotazione in Borsa, smentendo così le indiscrezioni circolate nei mesi scorsi (leggi qui) sulla cessione del 30% a investitori internazionali. Secondo quanto scrive Il Sole 24 Ore, Giuseppe e Violetta Caprotti avrebbero scelto di non cedere le proprie quote, pari complessivamente al 30%, a uno o più fondi sovrani. Il restante 70% è detenuto da Marina Caprotti e dalla madre Giuliana Albera. Proprio i soci di maggioranza, da quanto si apprende, avrebbero imposto lo stop per non condividere la governance con altri azionisti.


ARTICOLI CORRELATI