ESTERI
Allarme grano Ogm dagli Usa

St. Louis (Usa) – Una varietà di grano modificato geneticamente potrebbe costare miliardi di dollari agli agricoltori americani. La varietà, scoperta per caso da ricercatori della Oregon State University, potrebbe infatti essere entrata nella catena alimentare anni fa ed essere ancora in circolazione. Monsanto, il colosso agro-alimentare responsabile nel 2005 della creazione del gene alterato, si è difeso sostenendo di aver distrutto tutti i semi di quell’esperimento e di esser rimasto vittimo di un sabotaggio da parte di attivisti anti-Ogm. Una tesi all’insegna del complotto giudicata poco probabile da Carol Mallory Smith, della Oregon State University, secondo la quale la varietà sul banco degli imputati potrebbe invece “essere finita nei mangimi o nei magazzini”. Il Dipartimento all’Agricoltura minimizza: il grano Omg sarebbe rimasto confinato in una fattoria di 60 ettari nell’Oregon orientale e non ci sarebbero prove che sia finito sul mercato.

(Fonte: Ansa)