ESTERI
Danone rivede al ribasso le stime per il 2013. E il titolo cala in borsa (-3,4%)

Parigi – Il colosso francese Danone rivede al ribasso le stime relativi agli utili, alle vendite e al cash flow per il 2013. Una notizia che, alla borsa di Parigi, ha fatto perdere al titolo ben il 3,4% nella sola giornata odierna. A spingere Danone verso un ribasso delle stime, sono sopratutto i dati provenienti dalla Cina, dove l’azienda commercializza in particolare prodotti per l’infanzia, che pesano ben il 20% sul totale delle vendite dell’azienda. Gli ultimi mesi sono stati piuttosto difficili per Danone sul mercato cinese. Prima l’inchiesta sui prezzi dei prodotti lattiero caseari, poi l’allarme, in seguito rientrato, per la presenza di botulino nei prodotti di Fonterra e, infine, lo scandalo delle presunte tangenti ai pediatri. L’affare Fonterra, secondo le stime, costerà 350 milioni di euro nel 2013 a Danone. “E non stiamo assistendo a un recupero delle vendite” fa sapere il responsabile finanziario, Pierre Andre Terisse.

Tags: , , ,