ESTERI
Germania: cala la produzione di pasta (-2,5%), cresce l’export (+2,9%)

Berlino (Germania) – In lieve calo la produzione di pasta in Germania, secondo le cifre diffuse dall’ufficio Ice di Berlino. Nel 2016 il dato ha superato le 260mila tonnellate, con una diminuzione del 2,5% rispetto al 2015. In crescita del 5% il numero degli occupati, mentre il fatturato derivante dalla produzione di pasta ammonta, sempre nel 2016, a 442 milioni di euro. Quanto all’andamento dei prezzi, nel biennio 2014-2016, si osserva un progressivo incremento della categoria merceologica, rispettivamente dello 0,56% (2014), dello 0,28% (2015) e dello 0,83% nel 2016. Positive le performance sul fronte delle esportazioni: nel 2016 sono cresciute del 2,9%, per un valore complessivo di 207,9 milioni di euro. In calo invece le importazioni (-1,2%), con l’eccezione della pasta proveniente dall’Italia, che, nel 2016, ha raggiunto le 366.738 tons, (+0,2% rispetto al 2015). La quota di mercato dell’Italia per il settore pasta, in Germania, ha raggiunto così, nel 2016, il 54,56% contro il 53,8% registrato nel 2015.


ARTICOLI CORRELATI