ESTERI
Il Kenya dice addio ai sacchetti di plastica. Multe salate per i trasgressori

Nairobi (Kenya) – Chi sarà sorpreso a produrre o importare sacchetti di plastica rischia fino a quattro anni di carcere e multe che arrivano a 32mila euro. Succede in Kenya, dov’è entrato in vigore oggi il divieto annunciato sei mesi fa dal governo. Il bando interessa principalmente le buste utilizzate dai commercianti – secondo il Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (Pnue), i supermercati keniani distribuiscono fino a 100 milioni di sacchetti di plastica ogni anni – ma verrà applicato anche per la plastica degli imballaggi. Una ‘linea dura’ volta a contrastare il problema dell’inquinamento. E che è già in vigore in altri Paesi africani quali Segenal e Ruanda. Purtroppo però, riporta oggi Repubblica, a Nairobi sono stati già registrati i primi casi di corruzione legati al nuovo divieto: alcuni poliziotti avrebbero infatti fermato alcuni mezzi in città con il pretesto di effettuare controlli su eventuali carichi di sacchetti di plastica per poi chiedere la tangente.