ESTERI
Ucraina: l’Italia è il primo fornitore di pasta, con una quota di mercato del 52%

Kiev (Ucraina) – In Ucraina continua a crescere l’import di pasta, in primis dall’Italia. Secondo i dati forniti dall’ufficio Ice di Kiev, infatti, nel corso del 2016 sono aumentate le importazioni di paste alimentari nel Paese, sia dal mondo (+18%), che soprattutto dall’Italia (+37%). Le importazioni totali, a quanto risulta dai dati forniti dal servizio statistico, hanno raggiunto la cifra di 14,2 milioni di dollari Usa; dall’Italia è stata importata pasta per un valore di  7,4 milioni di dollari americani. Il nostro Paese si colloca così come il primo fornitore di pasta in Ucraina, con una quota di mercato del 52%. Gli altri  principali fornitori  sono: la Turchia (quota del 19%) e la Polonia (17%). In termini di valore, il prezzo della pasta importata in Ucraina dal mondo è diminuito del 12% rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente. Secondo i dati disponibili, si registra anche la diminuzione del prezzo medio di pasta importata dall’Italia, che cala del 13%.