ESTERI
Usa: i senatori chiedono la riapertura del commercio avicolo con la Cina

Washington (Usa) – Con una lettera bipartisan, un terzo dei senatori americani ha scritto al Segretario americano per l’Agricoltura Sonny Perdue per chiedere la riapertura del commercio avicolo con Pechino. Le autorità cinesi, infatti, avevano vietato l’importazione di polli e tacchini dagli Usa dopo i primi focolai di influenza aviaria nel 2015. Nella lettera, come riporta il sito Unaitalia, i senatori hanno dichiarato che i produttori americani continuano ad essere negativamente colpiti dalla mancata espansione dell’export avicolo. “L’industria del pollame”, si legge nel documento, “garantisce migliaia di posti di lavoro di alta qualità alle nostre comunità rurali, e la riapertura del mercato cinese fornirà una forte spinta a queste aree. […] I prodotti avicoli sono una parte integrante delle celebrazioni del Capodanno cinese, e i nostri allevatori avrebbero molti prodotti da offrire in quel periodo”. La lettera è stata accolta favorevolmente dalle principali associazioni di categoria, la National Turkey Federation e il National Chicken Council.