ESTERI
Whole Foods taglia 1.500 posti di lavoro

Austin, Texas (Usa) – Whole Foods Market ha annunciato il licenziamento di 1.500 dipendenti, circa l’1,6% della sua forza lavoro, nel giro dei prossimi due mesi. In un comunicato, il gigante Usa del retail ha descritto l’operazione come “parte dei suoi sforzi per abbassare i prezzi ai consumatori e investire in tecnologia migliorando i costi strutturali”. Come sottolinea la stessa Whole Foods, il personale lasciato a casa potrà cercare lavoro in altri rami della compagnia, dove ci sono circa 2mila posizioni aperte e più di 100 nuovi negozi in fase di costruzione. “Si tratta di una decisione molto difficile, e siamo decisi a trattare i membri del nostro staff nel modo più attento e rispettoso possibile”, ha sottolineato il co-Ceo di Whole Foods, Walter Robbs. Negli ultimi cinque anni, l’insegna ha creato più di 35mila posti di lavoro. Mentre dopo una serie di trimestri negativi, sul mercato azionario Whole Foods ha registrato un calo di oltre il 40% negli ultimi sei mesi.