Fiere di Rimini e Vicenza (2): la replica di Ugo Ravanelli (ad) e le dimissioni della responsabile dell’Organismo di vigilanza

Rimini – La reazione di Ugo Ravanelli, amministratore delegato di Ieg, all’inchiesta pubblicata da La Stampa, non si fa attendere. E in una lettera indirizzata ai propri dipendenti la definisce “faziosa e piena di inesattezze”. I fatti, purtroppo, non avvalorano le sue ragioni e il un secondo articolo datato 13 novembre La Stampa rende note le dimissioni di Claudia Domizia Perucca Orfei da responsabile dell’Organismo di vigilanza incaricato di valutare i meccanismi di prevenzione di possibili reati per conto di Ieg. All’origine di questa decisione ci sarebbe la richiesta, da parte dello stesso Ugo Ravanelli, di cambiare un passaggio della relazione dell’istituto vigilanza. “La scrivente ha ricevuto comunicazione da parte dell’ad in cui si sottolineava un errore da parte dell’organismo nel riportare i temi trattati durante un incontro tenutosi con il responsabile acquisti del gruppo e la necessità di modificare il testo della relazione”, scriveva Perucca Orfei circa un mese fa. “Nell’ottica di collaborazione con l’amministratore incaricato della gestione dei rischi, pur sottolineando come durante l’incontro si fosse discusso di quanto relazionato, ho provveduto a modificare il passaggio. […] Mio malgrado ho ricevuto una successiva comunicazione dove veniva ribadito che quanto riferito in prima istanza dall’Organismo di vigilanza non fosse coerente con quanto accaduto, seppure per quanto di conoscenza dello stesso ad. Ciò ha determinato – conclude – la decisione di dimettermi non potendo condividere questo modus procedendi”.

in foto da sinistra: Lorenzo Cagnoni e Ugo Ravanelli