Finocchiona Igp: consumi in crescita del 40% nei primi sei mesi dell’anno

Firenze – La Finocchiona Igp consolida la sua presenza in Italia e all’estero. A dirlo sono i dati riferiti alla produzione nel primo semestre del 2017, che confermano un trend molto positivo già emerso l’anno scorso. I chilogrammi prodotti nei primi sei mesi dell’anno sono stati oltre 870mila, con un aumento di circa il 38% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, mentre la quantità di Finocchiona Igp certificata ed immessa sul mercato per il consumo è cresciuta del 40,3%. Segno più anche per il prodotto porzionato e confezionato sottovuoto, con un incremento del 53,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, mentre la performance più rilevante è registrata dalla Finocchiona Igp affettata e confezionata in vaschetta, più che raddoppiata rispetto ai primi sei mesi del 2016. Già oltre 1,2 milioni i pezzi confezionati con un incremento dei quantitativi del 258,1%, tradotto in un aumento del numero di pezzi confezionati pari al 289,1% e pertanto in maggiori vendite sia in Italia che all’estero. Numeri e percentuali che, sotto il profilo economico, stimano per i primi sei mesi dell’anno un valore di oltre 5,2 milioni di euro alla produzione e oltre 9,1 milioni di euro alla vendita. Tra le province, Siena resta la capofila, con oltre 291mila chilogrammi di prodotto insaccato, seguita da Arezzo con circa 279mila. Sul fronte export, i primi sei mesi del 2017 confermano un crescente interesse, con dati molto positivi in Germania, Inghilterra e Svezia, mentre negli altri continenti il prodotto piace sempre più in Nuova Zelanda, Giappone e Canada.