Glifosato/Ue: anche il ministro Martina contro il rinnovo dell’autorizzazione

Bruxelles (Belgio) – “No al rinnovo dell’autorizzazione europea per il Glifosate. Italia leader agricoltura sostenibile #StopGlifosato”. Con questo tweet il ministro italiano delle Politiche agricole alimentari e forestali, Maurizio Martina, ha preso una posizione netta nei confronti del glifosato, l’erbicida più utilizzato al mondo, da mesi al centro di polemiche scientifiche e politiche per il suo presunto effetto cancerogeno. Oltre all’Italia, anche Austria e Lussemburgo si sono aggiunti al fronte degli oppositori. Una proroga che sembra essere sempre più a rischio: il verdetto avrebbe infatti dovuto essere raggiunto tra oggi e domani, ma pare che il voto non arriverà prima della fine dell’anno. Nel frattempo, un articolo pubblicato ieri su La Stampa fa trapelare che il Parlamento europeo avrebbe messo al bando i rappresentanti di Monsanto, la multinazionale statunitense che il glifosato lo ha inventato, dopo che l’azienda si è rifiutata di partecipare a un’audizione programmata per l’11 ottobre e volta a far maggior chiarezza sui rischi legati alla salute umana. Una decisione senza precedenti.