Grana Padano, Stefano Berni: “Sui similari ora il Consorzio è obbligato ad agire”

Desenzano del Garda (Bs) – “Neppure una delle nostre richieste degli ultimi 15 anni in merito ai similari si è tradotta in regolamenti e disposizioni normative”. Stefano Berni (in foto), direttore del Consorzio di tutela del Grana Padano, interviene, con una lettera aperta ai giornali, sull’infiammato dibattito intorno al tema dei formaggi ‘sbiancati’, in vista dell’assemblea dell’Ente, che si terrà il 2 febbraio. “In assenza delle istituzioni, sull’argomento similari ora il Consorzio è obbligato ad agire, per quanto la legge consente nelle sue macroscopiche carenze sul tema. Lo dovrà fare da solo e sarà molto meno efficace. Ma lo farà perché i consorziati e i consumatori lo chiedono e lo farà assumendosi anche l’arbitrio, rischioso, di colmare i vuoti della politica”.