Group Bel-allevatori, accordo sul prezzo del latte: 35 cent al litro per il 2018. Premi per quello no Ogm o di vacche al pascolo

Parigi (Francia) – Il Gruppo francese Bel ha siglato un accordo con i 700 allevatori che aderiscono ad Apbo, l’associazione dei produttori di latte Bel dell’Ovest, che forniscono l’80% del latte necessario al Gruppo francese. Oggetto dell’intesa il prezzo del latte per il 2018, fissato a 35 centesimi di euro al litro. In aggiunta, il Gruppo ha introdotto un premio di 0,21 centesimi al litro per il latte ottenuto da vacche alimentate senza mangimi Ogm o allevate al pascolo. La volontà del Gruppo è quella di sostenere gli sforzi di tutti gli allevatori conferenti verso le buone pratiche di sostenibilità e benessere animale, come l’utilizzo di mangimi privi di Ogm per le mandrie e pascoli più grandi, con l’impegno di pascolare le vacche da latte almeno 150 giorni all’anno. L’accordo, arrivato dopo mesi di consultazione con l’Apbo, riguarda tutti i conferenti e offre, da un lato, la visibilità sulla remunerazione del latte agli allevatori, per l’intero anno e, dall’altro, sancisce la necessità di pratiche agricole sostenibili, in linea con le richieste del consumatore. Group Bel, che nel 2016 ha registrato vendite per 2,9 miliardi di euro, opera sul mercato con diversi marchi, tra cui Leerdammer, Babybel e Kiri, e può contare su circa 30 filiali nel mondo, che occupano oltre 13mila dipendenti.

 

In foto: il quartier generale di Group Bel, a Suresnes, in Francia