Gruppo Alì: la crescita legata al territorio

Padova – Alì, catena di super e iper mercati nel Veneto, sembra non conoscere la crisi. Anzi. Il gruppo nel 2012 ha visto ricavi per 886 milioni, con vendite in crescita del 9%, ed è riuscita ad assumere ben 400 unità, di cui l’80% a tempo indeterminato. La formula di Francesco Cannella, fondatore e presidente di Alì, è semplice: modello distributivo a corto raggio. Tutti i punti vendita del gruppo padovano, infatti, non sono lontani 100km dall’hub logistico. In questo modo, i prodotti che arrivano nei magazzini dai contadini e dalle cooperative del territorio al pomeriggio, possono essere consegnati facilmente nei supermercati entro la mattina del giorno dopo. La territorialità, dunque, è il punto si forza di Alì, che cerca di procedere a piccoli passi, con poche aperture e una crescita misurata ma costante.  Le previsioni per i prossimi anni è quella di aumentare i fatturato di altri due punti percentuali, aprire altri due punti vendita, a Vicenza e a Padova, oltre che incrementare la presenza in Emilia Romagna. In questa regione, infatti, sono già attivi due supermercati. Anche per questi punti vendita è fondamentale la regola aurea del gruppo: non essere lontani più di 100 km dai magazzini.