Guido Barilla: no a spot con gay. E il web boicotta l’azienda

Milano – “Non faremo pubblicità con omosessuali, perché a noi piace la famiglia tradizionale. Se i gay non sono d’accordo, possono sempre mangiare la pasta di un’altra marca. Tutti sono liberi di fare ciò che vogliono purché non infastidiscano gli altri”. Queste sono le parole che Guido Barilla, patron della società omonima, ha pronunicato ieri a Radio 24, durante un’intervista a La zanzara. Immediata la reazione dei social network, che hanno accusato l’azienda emiliana di omofobia. Migliaia i tweet con l’hashtag #boicottabarilla. Anche Aurelio Mancuso, presidente dell’associazione per i diritti civili Equality Italia, ha invitato apertamente al boicottaggio contro Barilla.

Nella foto: Guido Barilla