Ice: definito il nuovo assetto

Roma – Dal 1° gennaio l’Ice è pienamente operativa. Con un decreto della presidenza del Consiglio dei ministri, siglato negli scorsi giorni, è stato, infatti, definito il nuovo assetto dell’Istituto per il commercio estero, che era stato soppresso nel 2011. Dal punto di vista occupazionale, l’organico sarà formato da 434 persone, mentre 141 dipendenti saranno trasferiti al ministero dello Sviluppo economico. La vecchia sede romana di via Liszt passa sotto il controllo del Demanio. Con la legge di stabilità la nuova Ice ha ricevuto un leggero aumento della dotazione finanziaria, passata da 64 a 74 milioni di euro. Si attende, inoltre, lo sblocco di ulteriori fondi, che dovrebbero ammontare a circa 29 milioni di euro. Il decreto lascia comunque aperte alcune questioni. Innanzitutto la riorganizzazione delle sedi estere, che potrebbero essere accorpate alle ambasciate. Una decisione definitiva in questo senso verrà presa probabilmente in aprile. Altri temi da affrontare sono la sovrapposizione di competenze con le regioni per quanto riguarda le iniziative di promozione all’estero e l’interazione tra risorse pubbliche e contributi privati. Ulteriori dettagli saranno probabilmente resi noti mercoledì a Roma, nel corso di un incontro per presentare gli obiettivi di Ice per il prossimo triennio. Oltre al presidente dell’Istituto, Riccardo Monti (nella foto), saranno presenti il premier dimissionario Mario Monti e il ministro dello Sviluppo economico, Corrado Passera. (PF)

 

Tags: , ,