Il Consorzio asiago al Forum di cooperazione sino-italiana

Vicenza – Il mercato cinese è tra gli obiettivi export del Consrozio di tutela dell’asiago. L’Ente, per questa ragione, parteciperà a una missione commerciale, con l’obiettivo di incontrare operatori e importatori locali del settore lattiero caseario. Inoltre, il Consorzio, nell’ambito della stessa missione, parteciperà martedì 8 luglio, al Forum di cooperazione sino-italiana dedicato alla sicurezza alimentare, nel corso del quale autorità cinesi e italiane si confronteranno sullo stato dell’arte in misura di prevenzione, tracciabilità dei prodotti e prospettive di cooperazione e sviluppo nel settore lattiero caseario in Cina. “Il crescente interesse che la Cina dimostra verso i prodotti lattiero caseari ci porta a valutare questo mercato con grande attenzione – commenta Flavio Innocenzi, direttore del Consorzio tutela formaggio asiago – senza sottostimare le sue complessità, oggi rappresentate da vincoli doganali stringenti e dall’assenza, nella dieta del consumatore cinese, di prodotti come il formaggio. La tendenza, per i prossimi anni, è però chiara: le giovani generazioni dei grandi agglomerati urbani sono aperte a nuovi stili di consumo e quindi propense ad introdurre il formaggio. Le imponenti dimensioni di questo mercato e il fatto che la ricchezza del mondo si stia decisamente spostando a Oriente, impongono di approfondire tutte le potenzialità di un mercato, come quello cinese, che non possiamo permetterci di ignorare”. Al Forum di cooperazione sino-italiana sulla sicurezza alimentare parteciperanno alte autorità istituzionali cinesi come l’Amministrazione Generale della Supervisione della Qualità, Ispezione e Quarantena della Repubblica Popolare Cinese, giornalisti e grandi operatori (aziende, importatori, distributori), mentre, da parte italiana, saranno presenti, insieme al Consorzio di Tutela formaggio asiago, il ministero della Salute, l’Ice e l’Ambasciatore d’Italia in Cina, con interventi dedicati al tema della food safety integrate a testimonianze di aziende italiane già presenti nel territorio cinese.