Il giuramento di Carlo Calenda al Mise

Roma – Il nuovo ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, ha giurato ieri pomeriggio al Quirinale. La scelta, dettata soprattutto dal precedente ruolo di Calenda a viceministro del dicastero, ha riscosso consensi nel mondo delle imprese e negli ambienti politici. Il premier, Matteo Renzi, ha comunque chiesto al ministro di continuare a seguire alcuni temi a Bruxelles, almeno in una fase di transizione. “La mia priorità”, ha spiegato Calenda, “sarà capire se i processi e le persone che ci sono stanno dando risultati. Non vogliamo sprechi di risorse. Per quanto riguarda le aziende, punterò su internazionalizzazione e Industria 4.0, partita fondamentale per il nostro manifatturiero. Data la complessità del Ministero, la gestione sarà guidata con spirito di squadra e con una panchina lunga”.