Il grana padano di Santangiolina Latte ottiene la certificazione Carbon footprint

San Colombano al Lambro (Mi) – Csqa ha consegnato la certificazione Carbon footprint, o impronta di carbonio, a Santangiolina Latte Fattorie Lombarde per la produzione di grana padano Dop. A renderlo noto è la stessa azienda, che ha ricevuto la certificazione il 4 maggio, nel corso dell’ultima edizione di Tuttofood (foto). Si tratta del primo grana padano che ottiene l’importante riconoscimento europeo. Il progetto di calcolo della prima Carbon footprint del grana padano prodotto nel caseificio di Volta Mantovana dell’azienda lombarda Santangiolina, è promosso e co-finanziato dal ministero dell’Ambiente e della tutela del territorio e del mare ed è stato eseguito dal Politecnico di Milano in collaborazione con il Distretto Latte Lombardo. Nel dettaglio, l’iniziativa prevede il calcolo della Carbon footprint, cioè la somma delle emissioni e rimozioni di gas serra espressa in Co2, di un chilogrammo di grana padano Dop stagionato nove mesi relativa a tutta la filiera produttiva nel corso di un anno (il 2013 è il periodo di riferimento).