Il presidente di Opas Fontanesi: “Chiarezza sulla Cun e stop ai contratti annuali di conferimento”

Mantova – Si è svolto ieri a Mantova un convegno sull’andamento della suinicoltura, promosso da Opas (Organizzazione di produttori allevatori di Suini) e la cooperativa di prodotto Assocom. “E’ impensabile che i suini vengano pagati 1,40 euro al chilogrammo, quando il costo di produzione è superiore e gli allevatori producono in perdita”, ha affermato nel corso dell’incontro Lorenzo Fontanesi (nella foto), presidente di Opas. “Bisogna invertire il meccanismo in base al quale oggi è la carne fresca a influenzare le quotazioni del suino”. Altra proposta è “la fine dei contratti annuali di conferimento, la rivoluzione copernicana passa da qui e da una collaborazione con i macelli, che costituiscono un anello debole in una filiera troppo sbilanciata a favore dei trasformatori e della grande distribuzione”. Per quanto riguarda la Cun, Fontanesi dichiara che l’associazione “sarà intransigente nella richiesta che il regolamento venga rispettato, senza ulteriore introduzione di non quotati, utilizzati strategicamente per lasciare il mercato senza punti di riferimento”.