Il Salvagente alla ricerca di pesticidi e micotossine nella pasta. De Cecco la più virtuosa. Quella a marchio Eurospin la peggiore

Roma – Un test messo a punto dal mensile Il Salvagente svela la presenza di pesticidi e micotossine nella pasta italiana. Attraverso l’analisi di 23 campioni di pasta, effettuata in tre diversi laboratori, l’indagine aveva l’obiettivo di cercare tracce di contaminanti, ma anche di valutare il tenore delle proteine e la tenuta in cottura. I risultati delle analisi hanno permesso di ottenere un quadro della situazione del mercato nazionale e di stilare una classifica delle migliori e delle peggiori paste oggi a scaffale. Se la pasta De Cecco risulta la migliore – ottenendo il punteggio più alto grazie alla totale assenza di pesticidi, all’alto livello di proteine e all’ottima resa in cottura -, il prodotto a marchio Tre Mulini dell’insegna Eurospin è invece risultato il peggiore. Dalle analisi è infatti emerso che contiene tracce di glifosato, residui di quattro diversi pesticidi e di Don (una micotossina, conosciuta anche come ‘vomitossina’, particolarmente fastidiosa in età pediatrica). Oltre a tutto ciò, la pasta in esame ha un costo di 1,38 euro al chilo. Un prezzo più alto di altri marchi di pasta presenti nel test.


ARTICOLI CORRELATI