Istat: vendite alimentari al dettaglio a -1,6% nei primi sette mesi dell’anno

Roma – Secondo l’Istat, nei primi sette mesi dell’anno, le vendite al dettaglio hanno segnato una flessione dell’1,6% per i prodotti alimentari e del 3,3% per i non alimentari, rispetto allo stesso periodo del 2012. Trend positivo su base tendenziale, con le vendite di prodotti alimentari che a luglio sono cresciute dello 0,2%, mentre si assiste a una leggerissima flessione su base congiunturale (-0,1%) . Per quanto riguarda i canali distributivi, sempre su base tendenziale, gli acquisti del comparto food crescono dello 0,5% nella Gd (ma segnano un -0,9% nel periodo gennaio-luglio), mentre diminuiscono nelle piccole superfici (-0.6%). Andamento ancora più negativo, per questo canale, se si considerano i primi sette  mesi dell’anno, con una flessione del 3,5%. I discount di alimentari, sempre a luglio registrano una crescita dell’1,8% su base annua e dell’1% rispetto al mese di giugno. Complessivamente l’indice destagionalizzato delle vendite al dettaglio a luglio segna una flessione dello 0,9%, rispetto allo stesso mese del 2013, condizionato dalla flessione del non alimentare (-1,6%).