Istat: nuova flessione per il commercio al dettaglio ad agosto. E cala la fiducia dei consumatori

Roma – Altra rilevazione negativa sul commercio al dettaglio, da parte dell’Istat. Nel mese di agosto, l’indice destagionalizzato delle vendite mostra una lieve flessione pari allo 0,1%, rispetto a mese precedente. Calo sia per gli alimentari (-0,1%), che per i non alimentari (-0,2%). Più pesante la contrazione anno su anno, pari a -3,1%, con una flessione del 3,7% per gli alimentari e del 2,5% per il non food. Sempre su base tendenziale, si registra il calo del 2,7% per la grande distribuzione, con trend molto negativi per ipermercati (-4,3%) e supermercati (-4%). Tengono, pur mostrando segni di difficoltà, i discount (+0,4% rispetto ad agosto 2013 e +2,2% rispetto a luglio 2014) e gli esercizi specializzati (+0,6% e +1,4%). Negativo anche l’andamento delle imprese operanti su piccole superfici (inferiori a 400 mq), sia su base tendenziale (-5,1%), sia su base congiunturale (-3,1%). A rendere ancora più allarmanti questi dati è l’andamento della fiducia dei consumatori, che ha ottobre è scesa a 101,4, dal 101,9 del mese di settembre.