Istat, prezzi al consumo: ad aprile alimentari in calo dello 0,1%

Roma – Nel mese di aprile 2014, secondo i dati diffusi oggi dall’Istat, l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività, al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,2% rispetto al mese precedente e dello 0,6% nei confronti dello stesso mese del 2013 (dal +0,4% di marzo). Per quanto riguarda, in particolare, i prezzi degli Alimentari (incluse le bevande alcoliche) si registra una diminuzione, su base mensile, dello 0,1%. Di conseguenza, il relativo tasso di crescita su base annua si riduce dello 0,2%, portandosi allo 0,5% (da +0,7% del mese precedente), per la prima volta da novembre 2012 al di sotto (di un decimo di punto) dell’inflazione generale. La dinamica congiunturale dei prezzi dei Beni alimentari è imputabile al calo, su cui pesano anche fattori di natura stagionale, dei prezzi dei prodotti non lavorati, che diminuiscono dello 0,1% su base mensile e dello 0,7% su base annua (era -0,6% a marzo). I prezzi dei prodotti lavorati non variano, in termini congiunturali, mentre il tasso di incremento tendenziale rallenta (+1,2%, da +1,5% del mese precedente).