La Russia vieta l’import di carne brasiliana

Mosca (Russia) – Il Servizio federale per la sorveglianza veterinaria e fitosanitaria (Rosselkhoznadzor) ha imposto il divieto all’import di carne bovina e suina proveniente dal Brasile, che scatta a partire dall’1 dicembre. La ragione è l’utilizzo negli allevamenti brasiliani della ractopamina, un ormone che stimola la crescita muscolare degli animali, il cui uso è vietato in Russia. Secondo la Russian national meat association, il Brasile è il principale fornitore del comparto, con una quota che incide per il 60-65% sull’import di carne suina, e per il 90% sull’import di carne bovina. Secondo fonti vicine al ministero dell’Agricoltura di Mosca, il bando stimolerà la produzione interna e non ci saranno particolari problemi.