L’Agcom condanna Fiberpasta per pratica commerciale scorretta e pubblicità comparativa illecita

Roma – L’Autorità garante della concorrenza e del mercato ha condannato Fiberpasta, azienda produttrice di pasta e alimenti arricchiti di fibra, per pratica commerciale scorretta e pubblicità comparativa illecita e denigratoria nei confronti di un suo competitor, Aliveris. La prima accusa è di aver utilizzato nei messaggi pubblicitari e sul sito web “indicazioni nutrizionali e salutistiche non autorizzate ed espresse in modo enfatico e fuorviante” che, senza alcun fondamento scientifico, sottendevano un facile dimagrimento, o la riduzione di colesterolo e glicemia. Fiberpasta è stata anche accusata di aver inviato a un database di medici nutrizionisti e dietologi una mail sulla sanzione attribuita a gennaio 2013 dall’Agcm ad Aliveris, mail considerata dal garante come pubblicità comparativa illecita e denigratoria. Le sanzioni comminate a Fiberpasta ammontano a 10mila euro per la prima accusa e 5mila euro per la seconda.