Lekkerland a Cibus: exploit per il dettaglio

Parma – “Un successo” così Raffaele Fusillo, responsabile acquisti e mercati di Lekkerland, definisce la partecipazione a Cibus. Uno stand di 1.000 mq, nel padiglione 6, che ha visto un’affluenza di pubblico importante, con un’entropia costante durante i quattro giorni. “E’ la prima volta che una realtà del dettaglio tradizionale si relaziona con l’ente fieristico più rappresentativo del settore alimentare con l’obiettivo di mantenere vivo l’interesse per il canale”, continua Raffaele Fusillo. “Abbiamo avuto un ritorno molto positivo da parte dei fornitori, che chiedono di ripetere l’iniziativa”. Soddisfatti i marchi più noti, che hanno giudicato la fiera come ottima vetrina, e le aziende più piccole, che hanno potuto farsi conoscere. Di successo anche i due eventi in calendario: “I Lekkerland Award ci hanno permesso di evidenziare la nostra attenzione per fornitori e innovazioni e la vicinanza a clienti e consumatori. I workshop, che hanno permesso di approfondire tematiche importanti legate al dettaglio e al settore agroalimentare, hanno visto la partecipazione di personaggi di spicco come Dino Abbascià di Confcommercio ed Enrico Zoppas, presidente Acqua San Benedetto”.