Lekkerland: quattro richieste alle aziende

Chia (Ca) – Doppio passaggio, condizioni, formati e servizio. Sono questi i quattro pilastri inotrno ai quali si è sviluppato l’intervento di Raffaele Fusillo, responsabile commerciale di Lekkerland, nel corso della convention del Gruppo in scena ieri a Chia. Quattro pilastri che coincidono con altrettante domande che Fusillo ha rivolto alle aziende presenti in platea. “Il cosiddetto doppio passaggio, tipico per gli operatori del’ingrosso, è uno step oneroso, ma necessario per raggiungere tutti i nostri clienti del dettaglio tradizionale. E il maggior numero possibile di utenti finali. Ma quante aziende ce lo riconoscono? Nessuno. O, meglio, pochi. Solo chi crede in questo canale”, ha ribadito Fusillo. Altrettanto netti i toni con cui ha illustrato le altre richieste. “Abbiamo necessità di condizioni dedicate al canale. Occorre prediligere una politica di every day low price, piuttosto che seguire i picchi di promozionalità. Che portano solo a stoccare i prodotti in magazzino. Ma, oggi, chi lo fa? Nessuno ha voglia di fare magazzino e di prendere in gestione degli stock. Oggi si parla di rotazione”. In materia di formati il responsabile commerciale di Lekkerland ha ricordato agli operatori dell’industria che per il dettaglio tradizionale sono necessari formati e grammature più contenuti, in virtù della tipologia dei punti vendita e dello spazio a loro disposizione. Anche questa attenzione è una forma di servizio per i partner del normal trade. E, proprio in questa direzione, il gruppo ha inserito recentemente nella propria offerta merceologica anche i prodotti di drogheria chimica e profumeria.