L’India ridurrà al 40% i dazi sulle importazioni di vino

Nuova Delhi (India) – L’India abbasserà dal 150 al 40% i dazi doganali sulle importazioni di vino nel tentativo di sbloccare lo stallo di lunga data che intercorre con l’Unione Europea riguardo all’accordo di libero scambio. Dopo le problematiche sorte con la Cina per la questione dell’indagine antidumping sulle importazioni di vino europeo, l’apertura del mercato indiano pare una boccata d’ossigeno per l’intero settore. Nei prossimi 3 anni la riduzione sarà sostanziale, fino ad arrivare al 40% della tassazione sul vino importato. Alla fine del percorso, ci si troverà però di fronte a due diversi regimi fiscali: uno per il vino venduto a un prezzo superiore ai 34-35 euro per cassa, che scenderà dal 150% al 40%, l’altro per i vini con un prezzo compreso tra i 20-21 ed i 34-35 euro per cassa, che scenderà solo fino al 60%. Sotto i 20 euro a cassa, invece, i dazi continueranno a essere del 150%.