Melegatti: i sindacati proclamano lo sciopero a oltranza

Verona – Al via oggi, per i dipendenti Melegatti, uno sciopero a oltranza. A proclamarlo sono stati i sindacati, per protestare contro le incertezze sull’accordo fra la proprietà e il fondo Abalone. Inoltre, si contestano anche il continuo stallo produttivo, che mette a rischio la campagna pasquale, le mancate garanzie del pagamento degli stipendi e le posizioni assunte dall’amministratore delegato Emanuela Perazzoli che, sottolineano Cgil, Cisl e Uil: “non manca occasione per infierire sui suoi dipendenti, già provati dal disagio di questi ultimi mesi”.