Melegatti: la produzione riprende dopo l’Epifania. Confermata la Cig

Verona – I sindacati confermano l’arresto della produzione in Melegatti (leggi qui). Precisando che, dal momento che l’azienda è commissariata, ogni step è subordinato alle decisioni del giudice. Dopo la mini-campagna natalizia, la Grande distribuzione chiede ancora prodotti Melegatti, ma il Tribunale avrebbe dato il via libera al proseguimento della produzione “solo con la certezza di non avere nessuna resa o vendite sotto costo, perché durante il commissariamento ogni operazione non può essere in perdita”, ha spiegato all’Ansa Paola Salvi, segretario Flai-Cgil. Mancando questa certezza è stato tutto sospeso fino all’Epifania, quando dovrebbe cominciare la campagna pasquale, che deve ancora essere approvata dal Tribunale. La sindacalista si è comunque detta soddisfatta: “Ricordiamo che l’obiettivo è salvare la fabbrica, il primo step è stato superato ma bisogna soddisfare i creditori privilegiati, cioè banche e fornitori”. Per salvaguardare i lavoratori, in un incontro con la proprietà e il management Melegatti, è stato deciso di avviare la cassa integrazione, che tra l’altro viene anticipata, senza attendere l’erogazione da parte dell’Inps. Inoltre, nei giorni scorsi è stato saldato lo stipendio del mese di novembre, con un rateo anche sulla quattordicesima, mentre il periodo seguente viene pagato settimanalmente, versando il 25% del salario, sempre sotto il controllo del Tribunale. Ancora in arretrato le mensilità di agosto, settembre e ottobre.