Montelvini: le principali guide incoronano i rossi e le bollicine della cantina veneta

Venegazzù di Volpago del Montello (Tv) – Montelvini fa incetta di premi e riconoscimenti in questa fine d’anno. E si conferma tra i leader del comparto in Veneto con i suoi rossi e nelle bollicine. La Guida vini 2018 dell’Espresso ha incluso l’Asolo Prosecco Superiore Docg Extra Brut della linea ‘Serenitatis’ fra le 23 etichette che rappresentano il meglio della produzione della Marca Trevigiana. E anche il Touring Club lo ha inserito nell’edizione 2018 della Guida vini buoni d’Italia. Risultati importanti, che ribadiscono la vocazione spumantistica della famiglia Serena, da sempre interprete e portavoce del territorio di Asolo. Tra i premiati dell’anno, si segnala anche lo Zuitèr Montello Docg 2012, una delle etichette più rappresentative di Montelvini, a cui sono state assegnate le Quattro Viti della Guida ai vini d’Italia Vitae, edita dall’Associazione Italiana Sommelier. Un riconoscimento che va ad aggiungersi ai risultati di Vinetia, guida ai vini del Veneto stilata dai sommelier della regione, in cui il rosso ha conquistato i Quattro Rosoni (valutazione da 91 a 100 punti) e il Ducato (valutazione della qualità in rapporto al prezzo all’origine). Il riconoscimento allo Zuitèr Montello Docg 2012 si affianca ai Quattro Rosoni ottenuti dal Luna Storta, bianco passito firmato Montelvini. “Un doppio riconoscimento che rappresenta per noi un risultato di grande valore, poiché a premiarci sono i sommelier nazionali e regionali, ovvero i professionisti della degustazione, a cui spetta il compito di proporre e raccontare le etichette al pubblico”, commenta Alberto Serena, amministratore delegato di Montelvini.