Mozzarella bufala/inchiesta bis: la Cassazione rigetta il ricorso della procura di Napoli

Roma – Nella notte è arrivata la notizia: la Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato dai Pm della procura di Napoli, ritenuto inammissibile, in merito alla vicenda che coinvolge Giuseppe Mandara, titolare di Ilc Mandara, ed altre 39 persone, tutte legate ad aziende di produzione e commercializzazione di mozzarella di bufala campana Dop. La procura chiedeva l’arresto di tutte le persone indagate e il sequestro di ben 28 aziende, dislocate in diverse regioni, nonostante già il tribunale del Riesame di Napoli, e in precedenza anche il Gip, avessero espresso parere negativo. I fatti risalgono al 2008-2009 quando, secondo l’accusa dei pm napoletani, rigettata dalla Cassazione, gli indagati si sarebbero associati tra loro per produrre mozzarelle Dop con latte estero e cagliate congelate. Si tratta quindi dell’ennesimo pronunciamento contro questa inchiesta, condotta dai pm Giovanni Conzo, Alessandro D’Alessio e Maurizio Giordano.